«La pedofilia non uccide, l’aborto sì»: bufera sul prete

Il caso

Oltre alle dichiarazioni ambigue, il reverendo di una chiesa del Rhode Island ha vietato la comunione ai funzionari statali favorevoli al diritto all’aborto

 «La pedofilia non uccide, l’aborto sì»: bufera sul prete
©Screenshot WJAR

«La pedofilia non uccide, l’aborto sì»: bufera sul prete

©Screenshot WJAR

È bufera negli Usa per i divieti e le dichiarazioni di un prete dello Stato del Rhode Island. Il reverendo Richard Bucci ha infatti vietato ad alcuni legislatori favorevoli alla legge sul diritto all’aborto di ricevere la comunione all’interno della sua chiesa. E non solo. Bucci, per motivare tale scelta, ha rilasciato una ambigua intervista, suggerendo l’idea che l’aborto sia peggiore della pedofilia. Nel fine settimana ai microfoni dell’emittente WJAR il prete della «Sacred Heart Church» di West Warwick ha descritto l’aborto come un «massacro di bambini innocenti». «Non stiamo parlando di nessun altro problema morale, dove qualcuno potrebbe fare un paragone tra pedofilia e aborto» ha esordito Bucci, aggiungendo: «La pedofilia non uccide nessuno, l’aborto lo fa». Il reverendo ha poi sottolineato che «il numero dei bambini abusati è inferiore rispetto agli aborti» e ha poi aggiunto: «Non significa che l’abuso non sia una cosa orribile». Oltre ad impedire la comunione, Bucci ha pure vietato (tutto scritto nero su bianco, vedi sotto) ai funzionari statali di fare da testimoni ai matrimoni, fare da padrini ai battesimi e di leggere durante tutte le funzioni religiose, tra cui i funerali.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 2

    Boris Johnson sta migliorando

    coronavirus

    «Il primo ministro resta nel reparto di terapia intensiva dove la sua condizione sta migliorando», ha detto il cancelliere dello Scacchiere: «Oggi si è messo a sedere sul letto, reagisce e dialoga positivamente con il team medico»

  • 3
  • 4
  • 5

    Boris Johnson risponde ai trattamenti

    coronavirus

    Il primo ministro britannico è «su di morale» e, pur ricevendo ossigeno, non ha bisogno dell’assistenza di un ventilatore meccanico, ha riferito una portavoce di Downing Street

  • 1
  • 1