La polizia arresta il capo di una setta ultraortodossa

israele

In manette anche otto donne che punivano le seguaci con pene corporali e vessazioni psicologiche

La polizia arresta il capo di una setta ultraortodossa
© AP/Majdi Mohammed

La polizia arresta il capo di una setta ultraortodossa

© AP/Majdi Mohammed

La polizia israeliana ha arrestato ieri a Gerusalemme un ebreo ortodosso di 60 anni sospettato di aver organizzato attorno a sé una setta di seguaci che, secondo gli investigatori, comprendeva una cinquantina di donne ed i loro figli.

Con lui sono state arrestate altre otto donne che partecipavano alla conduzione delle attività della setta. Fra queste, l’imposizione di dure pene corporali e anche vessazioni psicologiche verso le aderenti che secondo il leader spirituale non si erano mostrate all’altezza dei suoi standard «di modestia e pudore». Secondo la polizia, le attività del capo della setta comprendevano lo sfruttamento economico delle aderenti.

Da tempo la setta estremista ortodossa era seguita con ostilità nello stesso rione di timorati di Gerusalemme dove era concentrata e due importanti rabbini l’avevano condannata. Anche la polizia seguiva la vicenda, ma è potuta intervenire solo dopo essere riuscita a raccogliere testimonianze dirette di alcune ex aderenti.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1