La Russia lancia il primo satellite per sorvegliare l’Artico

clima

Il Soyuz Arktika-M. è stato lanciato dal cosmodromo di Baikonur, in Kazakistan alle 7.55 ora italiana

 La Russia lancia il primo satellite per sorvegliare l’Artico
©EPA/ROSCOSMOS PRESS SERVICE

La Russia lancia il primo satellite per sorvegliare l’Artico

©EPA/ROSCOSMOS PRESS SERVICE

 La Russia lancia il primo satellite per sorvegliare l’Artico
©EPA/ROSCOSMOS PRESS SERVICE

La Russia lancia il primo satellite per sorvegliare l’Artico

©EPA/ROSCOSMOS PRESS SERVICE

 La Russia lancia il primo satellite per sorvegliare l’Artico
©EPA/ROSCOSMOS PRESS SERVICE

La Russia lancia il primo satellite per sorvegliare l’Artico

©EPA/ROSCOSMOS PRESS SERVICE

Un razzo vettore Soyuz ha lanciato in orbita il primo satellite russo dedicato alla sorveglianza climatica dell’Artico. Lo annuncia l’agenzia spaziale russa Roscosmos. Il lancio di Arktika-M. è avvenuto dal cosmodromo di Baikonur, in Kazakistan alle 7.55 ora svizzera.

Il sistema ‘Arktika’, fa sapere l’agenzia, «è concepito per sorvegliare dallo spazio il clima e l’ambiente nella regione artica e avrà bisogno di almeno due satelliti per funzionare appieno». Essi «forniranno una sorveglianza permanente, con ogni tempo, della superficie terrestre e dei mari dell’Oceano artico», fa sapere Roscosmos.

Il presidente dell’agenzia spaziale, Dmitri Rogozin, ha detto che il lancio è stato di routine e il collegamento con il satellite è stato regolarmente stabilito.

Lo sfruttamento economico dell’Artico, in gran parte ancora ricoperto di ghiaccio malgrado il riscaldamento globale, è uno dei propositi strategici della Russia di Vladimir Putin. L’Oceano artico nasconde risorse enormi, soprattutto di gas e petrolio, che la Russia già si contende con gli Stati Uniti, il Canada, la Danimarca (tramite la Groenlandia) e la Norvegia.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1