La sicurezza prima della bellezza: Venezia modifica il ponte «scivoloso»

il caso

A causa dei numerosi incidenti occorsi ai pedoni, la città progetta di sostituire con della pietra il caratteristico vetro del Ponte della Costituzione, per renderlo meno pericoloso

La sicurezza prima della bellezza: Venezia modifica il ponte «scivoloso»
© Shutterstock

La sicurezza prima della bellezza: Venezia modifica il ponte «scivoloso»

© Shutterstock

La sicurezza prima della bellezza: Venezia modifica il ponte «scivoloso»

La sicurezza prima della bellezza: Venezia modifica il ponte «scivoloso»

La sicurezza prima della bellezza: Venezia modifica il ponte «scivoloso»

La sicurezza prima della bellezza: Venezia modifica il ponte «scivoloso»

«Una trappola per turisti», in tutti i sensi. È così che viene definita dai veneziani l’opera dell’architetto spagnolo Santiago Calatrava, il Ponte della Costituzione che con i suoi affascinanti gradini di vetro e acciaio attraversa la Serenissima sul Canal Grande, collegando Piazzale Roma e la stazione ferroviaria. Bellissimo, ma altrettanto pericoloso. Il tranello del ponte sono proprio i suoi traslucidi gradini, che sono stati – a più riprese – il palcoscenico di svariate cadute, soprattutto in inverno, quando pioggia e ghiaccio rendono la passerella ancora più sdrucciolevole, e in particolar modo tra i turisti. I veneziani, infatti, conoscono le insidie celate dietro ai ripidi e scivolosi gradini del ponte di Calatrava, ed evitano pertanto – molto accuratamente – spiacevoli capitomboli,...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1

    Onu: riformare sistema economico tra le priorità del 2022

    estero

    Sconfiggere la pandemia e rivedere le regole della finanza mondiale, «un sistema fallimentare che favorisce i ricchi e punisce i poveri»: sono queste due delle cinque priorità del mondo indicate dal Segretario Generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, all’Assemblea Generale

  • 2
  • 3
  • 4

    «Basta sterminare criceti»

    Il caso

    Le autorità sanitarie di Hong Kong hanno chiesto che 2.000 fra criceti, conigli, cincillà e porcellini d’India vengano abbattuti dopo che 11 animali da compagnia sono risultati positivi al coronavirus

  • 5

    L’eruzione a Tonga abbasserà le temperature globali?

    Il fenomeno

    Sul suo blog, MeteoSvizzera analizza l’impatto che i gas rilasciati dall’esplosione potrebbero avere sul clima – «Nel 1991 l’eruzione del Pinatubo causò un sensibile raffreddamento della Terra che durò due anni»

  • 1
  • 1