La vittima era un «astro nascente» della cinematografia

Tragedia sul set

La direttrice della fotografia Halyna Hutchins aveva 42 anni - Numerosi i pensieri dedicati a lei apparsi sul web e sui social

La vittima era un «astro nascente» della cinematografia
© Web

La vittima era un «astro nascente» della cinematografia

© Web

Compaiono già numerosi su web e via social network i pensieri per la vittima della tragedia sul set del film «Rust», la direttrice della fotografia Halyna Hutchins rimasta uccisa dal colpo sparato accidentalmente da Alec Baldwin mentre maneggiava un’arma carica.

Nel 2019 era stata definita un «astro nascente» della cinematografia dall’American Cinematographer magazine. Hutchins, che aveva 42 anni, era ucraina ed era cresciuta in una base militare sovietica nel Circolo Polare Artico. Aveva studiato giornalismo a Kiev e cinema a Los Angeles. Era stata direttrice della fotografia nel 2020 per il film d’azione «Archenemy», diretto da Adam Egypt Mortimer che su Twitter oggi ha scritto: «Sono così triste per aver perso Halyna. E così infuriato che una cosa del genere possa accadere su un set. In un comunicato la International Cinematographer’s Guild ha sottolineato che la morte di Hutchins è una «notizia devastante» e «una perdita terribile».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1