Le Filippine bloccano l’apertura delle frontiere ai turisti vaccinati

pandemia

Il governo ha sospeso il piano che prevedeva la riapertura dei confini ai turisti completamente vaccinati, allo stesso tempo però è stata messa in campo una nuova campagna di tre giorni per accelerare le somministrazioni

Le Filippine bloccano l’apertura delle frontiere ai turisti vaccinati
© EPA/ROLEX DELA PENA

Le Filippine bloccano l’apertura delle frontiere ai turisti vaccinati

© EPA/ROLEX DELA PENA

Il governo delle Filippine ha sospeso il piano che prevedeva la riapertura delle frontiere ai turisti completamente vaccinati in modo da impedire l’introduzione della variante Omicron del coronavirus nel Paese.

Allo stesso tempo, le autorità hanno annunciato una nuova campagna di vaccinazione di tre giorni per accelerare il programma di immunizzazioni nazionale.

La settimana scorsa, nel tentativo di rilanciare un’economia gravemente colpita dalla pandemia, il governo aveva reso noto che dal primo dicembre avrebbe riaperto le frontiere ai cittadini pianamente vaccinati di molti Paesi.

Tuttavia, la Task Force Covid-19 (IATF) del governo ha fatto marcia indietro nel fine settimana annunciando la sospensione dei voli da sette Paesi europei, oltre a vietare gli arrivi dai Paesi africani.

Solo circa un terzo dei 110 milioni di abitanti è completamente vaccinato contro il Covid e dall’inizio della pandemia le Filippine hanno registrato 48’000 morti a fronte di 2,8 milioni di contagi.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1