«Le indagini vanno avanti, Kurz ha la fiducia dell’ÖVP»

Austria

L’inchiesta sulla corruzione potrebbe riservare nuove sorprese, le indagini non sono ancora concluse e la fase processuale è solo agli inizi - Parla Martin Dolezal, ricercatore in Scienze politiche all’Università Paris Lodron di Salisburgo

«Le indagini vanno avanti, Kurz ha la fiducia dell’ÖVP»
Scelta in nome della continuità: Sebastian Kurz (a sinistra) è stato sostituito alla cancelleria da Alexander Schallenberg.  ©APa/Robert Jäger

«Le indagini vanno avanti, Kurz ha la fiducia dell’ÖVP»

Scelta in nome della continuità: Sebastian Kurz (a sinistra) è stato sostituito alla cancelleria da Alexander Schallenberg.  ©APa/Robert Jäger

Messo sotto pressione dalla Procura di Vienna che lo accusa di favoreggiamento della corruzione, l’ormai ex cancelliere austriaco Sebastian Kurz è stato sostituito da Alexander Schallenberg, che ieri ha assunto la carica davanti al presidente Alexander Van der Bellen (agli Esteri gli è subentrato Michael Linhart). Martin Dolezal fa il punto sugli scenari politici a Vienna.

Sebastian Kuz resta leader e capogruppo dell’ÖVP. L’ex cancelliere ha fatto un passo indietro ma non troppo. C’è chi dubita che si tratti di dimissioni autentiche, come l’ex leader dell’FPÖ e già vicecancelliere Heinz-Christian Strache travolto dallo scandalo Ibizagate, che al posto di «Rücktritt» (dimissioni), con un gioco di parole, parla di «Rücktrick» (trucco alle spalle).

«Nessun trucco. Le dimissioni sono reali, in quanto...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1