Lebron James nella bufera per un tweet

Stati Uniti

La star dell’Nba è stato aspramente criticato per aver postato una foto del poliziotto che l’altro ieri ha ucciso una 16.enne afroamericana suggerendo di perseguitarlo come Derek Chauvin

Lebron James nella bufera per un tweet
© AP/Mark J. Terrill

Lebron James nella bufera per un tweet

© AP/Mark J. Terrill

La star dell’Nba Lebron James è finito nella bufera per un tweet, poi cancellato, in cui aveva postato una foto del poliziotto che l’altro ieri ha ucciso una sedicenne afroamericana in Ohio intervenendo durante una lite, con una didascalia: «You’re Next#Accountability» (tu sei il prossimo #deve rispondere), suggerendo che deve essere perseguito dalla giustizia come Derek Chauvin, l’agente condannato per l’uccisione di George Floyd.

Ma alcuni politici repubblicani e sindacati di polizia lo hanno criticato aspramente, definendo il suo messaggio «vergognoso ed estremamente incauto», e sostenendo che il poliziotto ha agito per impedire che l’adolescente accoltellasse un’altra donna, come si vede nel video della sua body cam.

Lebron ha quindi cancellato il suo cinguettio spiegando che le sue parole erano state usate «per creare più odio». «Questo non riguarda un agente ma l’intero sistema, loro usano sempre le nostre parole per creare più razzismo. Ma io voglio disperatamente che chi sbaglia paghi», ha detto.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 2
  • 3

    «Lucy in the sky»

    missione spaziale

    La sonda della Nasa diretta agli asteroidi di Giove è stata lanciata da Cape Canaveral e dovrà affrontare un viaggio di 12 anni alla ricerca di indizi sulle origini del Sistema Solare

  • 4

    La Francia rende omaggio all’insegnante decapitato

    terrorismo

    Un anno fa Samuel Paty veniva ucciso per aver mostrato in classe le caricature di Maometto: Jean Castex lo ha ricordato come «un servitore della Repubblica, vittima del terrorismo islamista e della viltà umana»

  • 5

    Duro colpo al patrimonio dei Corleonesi

    mafia

    I carabinieri hanno confiscato tre milioni e mezzo di euro a quattro esponenti del clan, tra cui Mario Salvatore Grizzaffi e Gaetano Riina, rispettivamente nipote e fratello del boss Totò Riina

  • 1
  • 1