Lo spettro di Trump non ha mai lasciato Washington

Stati Uniti

Comizi, uscite in pubblico, sondaggi di gradimento e perfino le prime ipotesi di un vice: ecco come l’ex presidente, in segreto ma nemmeno troppo, sta cercando di riprendersi la Casa Bianca

Lo spettro di Trump non ha mai lasciato Washington
© EPA/ERIK S. LESSER

Lo spettro di Trump non ha mai lasciato Washington

© EPA/ERIK S. LESSER

Non è (più) un mistero. Anzi, volendo fare un passo indietro basterebbe ricordare la vigilia di Halloween. Ospite degli Atlanta Braves assieme alla moglie Melania, Donald Trump non si è goduto soltanto una serata di baseball. No, si è preso applausi più applausi. E quando ha mimato il tradizionale tomahawk chop – un gesto con la mano che richiama l’ascia dei nativi americani, popolarissimo fra i tifosi – ha ricevuto una vera e propria ovazione. Parentesi: agli occhi di molti, quel gesto è considerato razzista o quantomeno irrispettoso.

Non è (più) un mistero, dicevamo. L’ex presidente degli Stati Uniti sogna di tornare alla Casa Bianca. Obiettivo 2024, già. Rientri in pubblico, sondaggi, mosse. Tutto per arrivare lì. La macchina, insomma, è ripartita. Di più, si muove lungo due direttrici: un’economia...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1