Lo Starship atterra e poi esplode: terzo test fallito per Elon Musk

spazio

Un atterraggio morbido e poi l’enorme esplosione del razzo che il miliardario spera un giorno di inviare su Marte - Al momento non sono state fornite spiegazioni sulle cause

Lo Starship atterra e poi esplode: terzo test fallito per Elon Musk

Lo Starship atterra e poi esplode: terzo test fallito per Elon Musk

Il prototipo SN10 del razzo Starship di Space X è riuscito ad atterrare in Texas... prima di esplodere a terra pochi minuti dopo e diventare così il terzo test fallito per la navicella che il miliardario Elon Musk spera un giorno di inviare su Marte.

«Un meraviglioso atterraggio morbido», ha esultato il commentatore di SpaceX John Insprucker nel video che trasmette il volo di prova in diretta. Le fiamme erano comunque visibili ai piedi del razzo, estinte dalle squadre dei vigili del fuoco accorse sul posto. Ma pochi minuti dopo un’enorme esplosione ha lanciato il velivolo in aria, che si è frantumato a terra. Nessuna spiegazione è stata fornita al momento.

Il prototipo SN10 (che sta per ‘Serial Number 10’) è decollato poco prima delle 11:20 GMT da Boca Chica, in Texas, per un terzo test suborbitale. Il razzo si è alzato in cielo, spinto da tre motori, che si sono spenti uno dopo l’altro, e il velivolo si è ribaltato per mettersi in posizione orizzontale. Ha raggiunto i 10 chilometri di dislivello, obiettivo prefissato per questo volo, prima di iniziare la discesa. Il razzo è quindi tornato in posizione verticale, riuscendo ad atterrare, a prima vista senza incidenti, nella posizione desiderata. Poi l’esplosione.

Altri due prototipi (SN8 e SN9) si erano schiantati durante l’atterraggio, il primo a dicembre e il secondo all’inizio di febbraio.

Questi test si stanno svolgendo in un’area quasi deserta affittata da Space X nell’estremo sud del Texas, vicino al confine con il Messico e ai margini del Golfo del Messico. Si tratta di un’area abbastanza vuota tale da potersi permettere un incidente o un’esplosione senza causare vittime o danni.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1