Londra alleggerisce anche l’autoisolamento

REGNO UNITO

Il sistema di contact tracing lo suggerirà solo a coloro che abbiano avuto contatti con persone infettate nei 2 giorni precedenti a un test positivo e non nei 5 giorni come finora

Londra alleggerisce anche l’autoisolamento
© KEYSTONE (EPA/ANDY RAIN)

Londra alleggerisce anche l’autoisolamento

© KEYSTONE (EPA/ANDY RAIN)

Il servizio sanitario nazionale britannico (Nhs) si appresta ad alleggerire la raccomandazione sull’autoisolamento precauzionale in casa per chi sia stato in contatto con persone contagiate dal Covid.

Lo ha annunciato oggi il ministro della Salute, Sajid Javid, precisando che il sistema di test e tracciamento digitale suggerirà da ora in avanti questa misura solo a coloro che abbiano avuto contatti con persone infettate incontrate nei 2 giorni precedenti a un test positivo e non nei 5 giorni precedenti come finora.

L’alleggerimento servirà a ridurre il totale delle persone isolate in casa per pure ragioni cautelari. Totale che sull’isola, grazie all’efficienza acquisita dopo le difficoltà iniziali dal sistema nazionale di tracciamento (e sullo sfondo del rimbalzo di contagi alimentati dalla variante Delta nelle scorse settimane), ha raggiunto e superato la somma settimanale di 600.000 individui a fine luglio.

Cifra che ha provocato una crisi di assenze dal lavoro - ribattezzata dai media ‘pingdemic’, in riferimento al suono dell’icona a campanella dell’app istituita dall’Nhs per il tracciamento - in vari settori economici: dalla grande distribuzione all’industria automobilistica.

Il governo di Boris Johnson mantiene invece ferma per il 16 agosto la scadenza già fissata per l’abolizione definitiva all’interno del Paese dell’autoisolamento in relazione all’emergenza Covid: che da quella data verrà richiesto solo nei casi di sintomi da contagio in prima persona.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1