Lukashenko sfiora l’80%, scontri a Minsk

Bielorussia

Scene di violenza tra polizia e manifestanti dopo la diffusione degli exit poll che indicano una vittoria schiacciante alle elezioni del presidente uscente

Lukashenko sfiora l’80%, scontri a Minsk
© AP Photo/Sergei Grits

Lukashenko sfiora l’80%, scontri a Minsk

© AP Photo/Sergei Grits

Lukashenko sfiora l’80%, scontri a Minsk
© EPA/TATYANA ZENKOVICH

Lukashenko sfiora l’80%, scontri a Minsk

© EPA/TATYANA ZENKOVICH

Lukashenko sfiora l’80%, scontri a Minsk
© AP Photo/Sergei Grits

Lukashenko sfiora l’80%, scontri a Minsk

© AP Photo/Sergei Grits

Lukashenko sfiora l’80%, scontri a Minsk
© AP Photo/Sergei Grits

Lukashenko sfiora l’80%, scontri a Minsk

© AP Photo/Sergei Grits

Lukashenko sfiora l’80%, scontri a Minsk
© EPA/TATYANA ZENKOVICH

Lukashenko sfiora l’80%, scontri a Minsk

© EPA/TATYANA ZENKOVICH

(Aggiornato alle 21.50) Il presidente bielorusso Aleksandr Lukashenko avrebbe ottenuto il 79,7% dei voti alle presidenziali di oggi: è quanto emerge dal un exit poll condotto su richiesta della tv Mir. Dopo la diffusione degli exit poll, sono scoppiati scontri tra le forze dell’ordine e i manifestanti. A Minsk, stando a media russi e bielorussi, circa 300 giovani si sono scontrati con la polizia. Stando a RIA Novosti gli agenti hanno usato granate stordenti e ci sarebbero dei feriti tra i manifestanti. Anche a Brest vi sarebbero degli scontri. Internet funziona male in tutto il Paese e anche i servizi di taxi sarebbero fuori uso. Vi sono notizie di arresti, anche tra giornalisti stranieri, come l’inviata di Belsat, emittente televisiva polacca.

La presidente della Commissione Elettorale Centrale (CEC) bielorussa, Lydia Yermoshina, ha invitato i candidati presidenziali sconfitti a non «istigare» i loro sostenitori e a congratularsi invece con il vincitore, il presidente Alexander Lukashenko. «La cosa più importante è riuscire ad accettare la sconfitta. A proposito, il regolamento dell’OSCE per il monitoraggio delle elezioni mette in chiaro che il dovere di un candidato è quello di accettare la sconfitta. Ciò significa che i candidati perdenti devono astenersi dall’istigare i loro sostenitori che sono pronti a scendere in piazza. Questo è quello che si chiama un approccio democratico. E congratularsi con il vincitore. Questo è ciò che gli altri candidati dovrebbero fare», ha detto in un’intervista alla televisione bielorussa 1. Lo riporta Interfax.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1