Maxi rapina in monopattino a Parigi

furto

Nel mirino del ladro, che avrebbe agito da solo, c’era la gioielleria Chaumet che si trova a pochi passi dall’Avenue des Champs-Élysées - Il bottino aveva un valore di 2 o 3 milioni di euro

Maxi rapina in monopattino a Parigi

Maxi rapina in monopattino a Parigi

Maxi furto in monopattino elettrico in uno dei punti vendita della gioielleria Chaumet di Parigi. Il bottino del colpo perpetrato nella boutique situata nei pressi dell’Avenue des Champs-Élysées, nel cuore del lusso parigino, ammonta a circa 2-3 milioni di euro (2,2-3,3 milioni di franchi), riferisce una fonte vicina al dossier citata dalla stampa dell’Esagono.

Il rapinatore, solitario a quanto si apprende, è arrivato sul posto con un monopattino, i nuovi mezzi elettrici che in questi ultimi anni hanno invaso la capitale di Francia, poi ha fatto irruzione nel celebre negozio con la pistola in pugno. Dopo essersi fatto consegnare pietre preziose e gioielli è fuggito, sempre in monopattino, senza commettere violenze fisiche contro il personale della gioielleria. Secondo fonti vicine al dossier, l’inchiesta è stata affidata alla Brigata anticrimine di Parigi.

La gioielleria rapinata si trova in Rue François Premier, in un quartiere con grandi alberghi e boutique di lusso frequentatissimo dai «Paperoni» del mondo intero, nei pressi dei Campi-Elisi, la celebre avenue tra Place de la Concorde e l’Arco di Trionfo. Anche se la Maison Chaumet è nota al livello mondiale per il suo storico negozio di Place Vendôme, che venne rapinato nel 2009 per un bottino totale di 1,9 milioni di euro.

Parigi è regolarmente teatro di furti milionari. Come il maxi colpo contro Kim Kardashian. In un recente filmato disponibile sul web, la star del web racconta di essere diventata agorafobica proprio per il trauma subito in quel violento furto di cui fu vittima nel 2016. «Ho l’impressione di essere diventata agorafobica dopo la mia rapina a Parigi. Siccome restavo il più possibile all’interno, detestavo uscire, non volevo che nessuno sapesse dove fossi o mi vedesse. Ero così ansiosa...», afferma nel video pubblicato su Youtube.

O l’altra maxi rapina del 2019, in Place Vendôme, quando una donna riuscì a gabbare con l’aiuto di due complici un altro lussuosissimo gioielliere scambiando cioccolatini o dadi da brodo con diamanti. Un colpo da oltre un milione di euro. Le gioiellerie di Place Vendôme e dintorni sono da sempre uno dei principali terreni di caccia degli Arsenio (o Arsenia) Lupin di Francia e non solo.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1