Mosca con i talebani? «Ipotesi ridicola»

Alleanze

Botta e risposta tra i consigli di sicurezza di Stati Uniti e Russia in merito ai rapporti con il movimento mediorientale

Mosca con i talebani? «Ipotesi ridicola»
Shutterstock

Mosca con i talebani? «Ipotesi ridicola»

Shutterstock

«Mosca non ha mai collaborato con i talebani». Lo ha detto il segretario del Consiglio di Sicurezza russo Nikolai Patrushev in un’intervista al settimanale Argumenty i Fakty. «Francamente parlando, sono stati gli Stati Uniti che hanno contribuito a fondare il movimento talebano», ha sottolineato aggiungendo che negli anni Ottanta Washington ha speso miliardi di dollari per sostenere i mujahideen afghani, «che in seguito hanno formato la maggior parte delle forze terroristiche non solo in Afghanistan ma anche nell’intera regione».

«Le rivelazioni di Zbigniew Brzezinski, consigliere per la sicurezza nazionale del presidente degli Stati Uniti Jimmy Carter, sono ben note, ha ammesso che Washington ha sponsorizzato i terroristi afghani per soddisfare la sua ambizione geopolitica», ha osservato Patrushev.

Nel commentare le presunte taglie ai militanti afghani per uccidere le truppe statunitensi, Patrushev ha detto che «queste sono accuse ridicole». Secondo Patrushev coloro che fanno tali dichiarazioni o sanno poco della situazione in Afghanistan o «cercano deliberatamente di distorcere la verità». Lo riporta l’agenzia Tass.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1