Mottarone, il direttore tecnico della funivia: «Non sapevo dei forchettoni»

tragedia a stresa

Scarcerato, l’ingegnere Enrico Perocchio ha affermato: «Lavoro negli impianti a fune da ventuno anni e so che quelle sono cose da non fare mai, per nessuna ragione al mondo»

Mottarone, il direttore tecnico della funivia: «Non sapevo dei forchettoni»
© EPA/Alessandro Di Marco

Mottarone, il direttore tecnico della funivia: «Non sapevo dei forchettoni»

© EPA/Alessandro Di Marco

«Io non sapevo dei forchettoni. Se avessi saputo non avrei avallato quella scelta. Lavoro negli impianti a fune da ventuno anni e so che quelle sono cose da non fare mai, per nessuna ragione al mondo». Lo ha detto, in un’intervista alla Stampa, l’ingegnere Enrico Perocchio, direttore tecnico della funivia del Mottarone, dopo la scarcerazione.

«Sono stati sei giorni pesantissimi: questa accusa è devastante. Ora sono finalmente un po’ sollevato. Torno in famiglia», aggiunge. E sui lavori di manutenzione all’impianto chiarisce: «Tutte le manutenzioni sono state fatte. Era tutto a posto. Ora vedremo le analisi sulla rottura della fune per capirne le ragioni».

«Se mi fosse caduto l’occhio sui forchettoni, colorati di rosso proprio per iniziativa mia, che li volevo ben visibili, li avrei fatti togliere immediatamente», aggiunge Perocchio.

«Insomma è stato un errore mettere i forchettoni per ovviare a un problema che si poteva risolvere. Bastava chiudere l’esercizio uno o due giorni, basta bloccare la funivia e si risolveva il problema. Questo è un periodo di bassa stagione», afferma il direttore tecnico della funivia.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1