Notre-Dame riaprirà nel 2024

Parigi

I fondi necessari alla ricostruzione della cattedrale devastata dall’incendio hanno permesso di raggiungere una somma sufficiente per portare a termine il cantiere

Notre-Dame riaprirà nel 2024
© EPA/YOAN VALAT

Notre-Dame riaprirà nel 2024

© EPA/YOAN VALAT

La cattedrale di Notre-Dame de Paris, devastata dall’incendio dell’aprile di due anni fa, «sarà riaperta» nel 2024: è quanto assicurato oggi dalla ministra francese della cultura Roselyne Bachelot, aggiungendo che la sottoscrizione pubblica per raccogliere i fondi necessari alla ricostruzione ha permesso di raggiungere una somma sufficiente per portare a termine il cantiere.

Con donazioni e promesse di donazioni per un totale di 833 milioni di euro, «le somme raccolte ci permettono di affrontare tranquillamente questo cantiere», ha precisato la ministra della cultura, recentemente guarita dal Covid-19, durante un intervento al Senato di Parigi. «Posso dirvi che nel 2024 la cattedrale Notre-Dame de Paris verrà riaperta», ha aggiunto.

Domani, a due anni esatti dall’incendio, Bachelot si recherà in visita nel cantiere della cattedrale gotica tra i simboli fondamentali della Francia e dell’Europa, assieme al presidente Emmanuel Macron.

All’epoca dei fatti, il capo dello Stato aveva invocato la ricostruzione dell’edificio in cinque anni, in tempo per le Olimpiadi di Paris 2024.

Anche il generale Jean-Louis Georgelin, che segue il cantiere per conto di Macron, ha garantito che Notre Dame potrà riaprire nel 2024, con un Te Deum già fissato per il 16 aprile, anche se i lavori non saranno del tutto conclusi per quella data.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1