Nuove accuse da Londra, il produttore rischia un altro processo

caso weinstein

Rivelazioni su «abusi orrendi» sono state fatte da una ex aspirante regista - La Corte d’appello londinese dovrà decidere nei prossimi giorni se trasformarle in imputazioni vere e proprie - Harvey Weinstein era già stato condannato a New York a 23 anni per gli abusi sessuali venuti a galla con il movimento «MeToo»

Nuove accuse da Londra, il produttore rischia un altro processo
© AP/Mark Lennihan

Nuove accuse da Londra, il produttore rischia un altro processo

© AP/Mark Lennihan

Nuovi guai giudiziari in vista per Harvey Weinstein, dopo la condanna a 23 anni subita a New York nei mesi scorsi per alcuni degli abusi sessuali rinfacciatigli a distanza di tempo nel mondo del cinema sull’onda della campagna denominata «MeToo».

Stavolta l’ex potentissimo produttore di Hollywood, già grande donatore del Partito Democratico americano e dei Clinton, se la dovrà vedere con la giustizia britannica per uno dei presunti episodi avvenuti durante i periodi da lui trascorsi a Londra in passato per la produzione di alcuni film.

A chiamarlo in causa in questo caso è una ex aspirante regista - il cui nome viene coperto dal riserbo secondo la prassi legale britannica - comparsa oggi per un’udienza preliminare in video collegamento dinanzi a un collegio di tre giudici di una Corte d’Appello londinese incaricato di decidere sull’ammissibilità del dossier.

Secondo un avvocato che assiste la denunciante, quest’ultima ha fatto a porte chiuse rivelazioni «sbalorditive» su «orrende molestie sessuali» contestate a Weinstein. Accuse che la corte dovrà decidere nei prossimi giorni se trasformare in imputazioni vere e proprie per trascinare eventualmente di nuovo a processo il 68.enne produttore in disgrazia.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1