Nuove proteste contro il rincaro della benzina

iran

Nonostante le misure di sicurezza in molte città sono riprese le manifestazioni contro l’aumento dei prezzi del carburante

Nuove proteste contro il rincaro della benzina
© Majid Khahi/ISNA via AP

Nuove proteste contro il rincaro della benzina

© Majid Khahi/ISNA via AP

Nonostante le rigide misure di sicurezza imposte in molte città iraniane, con un forte dispiegamento di forze dell’ordine, diverse proteste si segnalano oggi in diversi centri contro il rincaro della benzina. Alcuni scontri sono segnalati nella capitale Teheran e a Shiraz, Isfahan, Mahshahr, Kermanshah, Zanjan e Karaj.

Almeno 106 persone sono state uccise nelle manifestazioni degli ultimi giorni, secondo Amnesty International.

L’organizzazione afferma di essere arrivata a questa conclusione attraverso «video verificati, testimoni oculari e informazioni raccolte da attivisti fuori dall’Iran», che mettono in luce una serie di «uccisioni illegali da parte delle forze di sicurezza iraniane».

Secondo Amnesty, il perdurante blocco di Internet servirebbe «a creare un black-out dell’informazione sulla brutale repressione».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1