«La situazione in Bielorussia è andata ben oltre i limiti»

L’intervista

Parla Kirill Voloshin co-fondatore del portale d’informazione TUT.BY - La difficile sopravvivenza dei media indipendenti nello Stato dell’ultimo dittatore d’Europa - Sullo sfondo delle proteste al regime arresti, carcerazioni e multe

«La situazione in Bielorussia è andata ben oltre i limiti»

«La situazione in Bielorussia è andata ben oltre i limiti»

Kirill Voloshin, co-fondatore del portale TUT.BY, attualmente si trova all’estero.

Lo scorso 18 maggio la redazione di TUT.BY è stata perquisita dalla polizia. Che cosa è accaduto e quali sono stati gli effetti sul vostro lavoro?

«Le forze di sicurezza hanno fatto irruzione nella redazione centrale di TUT.BY_a Minsk ma anche nelle sedi di Brest, Gomel, Vitebsk, Mogilev e Grodno. Il personale - quel giorno - è rimasto bloccato, irraggiungibile fino a tarda sera. Una parte degli impiegati ha potuto rientrare a casa dopo aver firmato una dichiarazione di riservatezza, un’altra è finita in arresto. La polizia ha sottratto strumeti elettronici (anche quelli non funzionanti) e carte di credito. La perquisizione ha avuto luogo nell’ambito di un’inchiesta penale a carico della direttrice generale Lyudmila...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Occhi sull'Est
  • 1
  • 1