Ordinata la sospensione delle attività dei gruppi di Navalny

russia

Il tribunale di Mosca ha imposto la cessazione delle operazione del Fondo Anticorruzione dell’oppositore russo in carcere e dei suoi uffici fino alla sentenza del processo

 Ordinata la sospensione delle attività dei gruppi di Navalny
©AP Photo/Alexander Zemlianichenko

Ordinata la sospensione delle attività dei gruppi di Navalny

©AP Photo/Alexander Zemlianichenko

(Aggiornato alle 12.53) Il tribunale di Mosca ha ordinato la sospensione dell’attività del Fondo Anticorruzione dell’oppositore russo in carcere Alexiei Navalny e degli uffici di Navalny fino alla sentenza del processo che vede il Fondo accusato di «estremismo»: lo riporta la tv Dozhd citando il direttore del Fondo Anticorruzione Ivan Zhdanov. La testata online Meduza riporta la stessa notizia citando Ivan Pavlov, a capo dell’unione di giuristi «Komanda 29».

Trattare con gli «strumenti dell’antiterrorismo» il dissenso politico «non è compatibile con lo stato di diritto», ha subito commentato il portavoce della cancelliera tedesca Angela Merkel, Steffen Seibert, rispondendo a una domanda sul divieto di lavoro imposto in Russia per le organizzazioni pro Navalny.

Seibert ha sottolineato che il governo tedesco «condanna» questo comportamento di Mosca. Sulle possibili conseguenze, Seibert ha risposto che ci saranno eventualmente consultazioni con i partner europei.

Navalny «ha bisogno di adeguata assistenza sanitaria e deve essere curato da medici di sua fiducia», ha aggiunto Seibert, ribadendo che il dissidente russo debba essere liberato: «È in prigione nonostante la Corte di Giustizia europea abbia detto che vada liberato». Il governo tedesco chiede che Mosca implementi quello che è stato deciso dalla Corte. Navalny è stato curato a Berlino, dopo l’avvelenamento da Novichok subito in Russia.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1