«Per il Governo spagnolo sarà vitale trovare una soluzione alla crisi catalana»

L’intervista

Le valutazioni del politologo Jordi Pacheco sull’Esecutivo guidato da Pedro Sánchez appena insediatosi

«Per il Governo spagnolo sarà vitale trovare una soluzione alla crisi catalana»
Il premier spagnolo Pedro Sánchez alla guida di un Governo di minoranza. © EPA/EMILIO NARANJO

«Per il Governo spagnolo sarà vitale trovare una soluzione alla crisi catalana»

Il premier spagnolo Pedro Sánchez alla guida di un Governo di minoranza. © EPA/EMILIO NARANJO

Con la nomina della nuova compagine ministeriale e la celebrazione del primo Consiglio dei ministri ha preso ufficialmente il via il secondo Governo targato Pedro Sánchez. Con Jordi Pacheco, Decano del Collegio dei politologi in Catalogna, abbiamo discusso delle prospettive del nuovo Esecutivo spagnolo.

Il primo Governo di coalizione della Spagna postfranchista certifica il definitivo tramonto del bipartitismo?

«La realtà dei fatti ci racconta questo e tutto lascia presumere che il futuro della politica spagnola continui in questa direzione, in primis grazie all’avvento delle nuove tecnologie. Queste ultime hanno inciso profondamente sull’attuale modo di fare politica, facilitando l’emersione di nuove realtà a livello regionale e nazionale, accomunate dalla condivisione di interessi, che hanno...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1