Per ore senza Facebook, Instagram e WhatsApp: «Ci dispiace»

Social

Le tre piattaforme hanno avuto prolungati problemi di rete – Le scuse di Menlo Park: «Abbiamo lavorato duramente per ripristinare l’accesso» – I dipendenti sarebbero rimasti fuori dagli edifici perché i badge non funzionavano – E Twitter ne ha approfittato

Per ore senza Facebook, Instagram e WhatsApp: «Ci dispiace»
©EPA/ANDREJ CUKIC

Per ore senza Facebook, Instagram e WhatsApp: «Ci dispiace»

©EPA/ANDREJ CUKIC

(Aggiornato alle 00.57) Facebook, Instagram e WhatsApp «spenti» per diverse ore. Le tre piattaforme social dalle 17.30 di oggi hanno riscontrato problemi di connessione e gli utenti non hanno potuto accedervi. Le prime segnalazioni sono giunte dagli utenti su Twitter, ma anche il sito downdetector.com, che tiene conto dei disservizi dei diversi canali social e chat, ne ha dato subito notizia. Le cause del problema, che ha toccato milioni di utenti in tutto il mondo, non sono state ancora del tutto chiarite. Mike Schroepfer, Chief Technology Officer di Facebook, ha parlato di problemi di rete: «Sincere scuse a tutti coloro che sono stati colpiti dalle interruzioni dei servizi alimentati da Facebook in questo momento. Stiamo riscontrando problemi di rete e i team stanno lavorando il più velocemente possibile per eseguire il debug e ripristinare il tutto il più velocemente possibile», ha scritto su Twitter. E proprio Twitter, re indiscusso dei social network, almeno nelle ultime ore, ha gongolato per la situazione, ironizzando: «Ciao a tutti, letteralmente».

L’ultimo disservizio che aveva interessato le tre app dell’ecosistema di Mark Zuckerberg risale allo scorso 19 marzo e quello ancora precedente al 3 luglio 2019. Il down di marzo scorso era durato 45 minuti. Nel caso del disservizio di oggi, gli utenti hanno segnalato problemi di accesso alle app, ma anche di connessione al server e di caricamento dei contenuti. Come tutte le volte che ci sono dei disservizi, si è scatenata su Twitter l’ironia degli utenti che erano impegnati anche a commentare i risultati delle elezioni amministrative in Italia. Sono anche partiti gli hashtag #whatsappdown, #instagramdown, #facebookdown.

Le scuse di Menlo Park

Dopo ore e ore di disservizi e milioni di dollari bruciati, le stime parlano di 13 milioni ogni ora di «down», Facebook ha infine annunciato (via Twitter) che lentamente i suoi servizi e le sue app sono tornati a funzionare. «Alla grande comunità di persone e aziende in tutto il mondo che dipendono da noi: ci dispiace» si legge nel cinguettio. E ancora: «Abbiamo lavorato duramente per ripristinare l’accesso alle nostre app e ai nostri servizi e siamo lieti di annunciare che stanno tornando online ora».

Dipendenti bloccati fuori dagli edifici?

La risoluzione del guasto, fra l’altro, sarebbe stata frenata da un fatto quantomeno curioso. Secondo Sheera Frankel, giornalista del «New York Times», i dipendenti sarebbero rimasti bloccati fuori dagli edifici, in quanto i loro badge sarebbero collegati ai server di Facebook, anch’essi colpiti dal problema. Questo avrebbe appunto causato un ritardo nella risoluzione del «down». La giornalista ha scritto su Twitter: «Ero al telefono con una persona che lavora per Facebook. Mi ha detto che i dipendenti non sono stati in grado di entrare negli edifici questa mattina per iniziare a valutare l’entità del problema perché i loro badge non funzionavano e non hanno potuto aprire le porte».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1