Piovono le bombe e papà si inventa un gioco per farla ridere

Siria

Mentre infuria la guerra civile nella regione siriana di Idlib, il padre fa credere alla figlia di 4 anni che sia un gioco - Il VIDEO fa il giro del web

 Piovono le bombe e papà si inventa un gioco per farla ridere
©Twitter

Piovono le bombe e papà si inventa un gioco per farla ridere

©Twitter

Un’esplosione. Neanche così distante da casa. «È un aereo da guerra o un proiettile?», chiede papà alla piccola Salwa. «Un proiettile», risponde convinta la bimba. Padre e figlia ridono. Perché la guerra è impossibile da spiegare ad un bambino. E allora diventa un gioco. Abbiamo iniziato questa notizia come fosse un racconto, perché il filmato di Abdullah Al-Mohammad e sua figlia Salwa di 3 anni sembra uscito da La vita è bella di Roberto Benigni: per il piccolo Giosuè i campi di concentramento nazisti diventano un gioco a premi, grazie alle bugie di papà Guido (interpretato dall’attore toscano). Allo stesso modo Abdullah, sfollato dalla sua abitazione di Saraqib, nella regione di Idlib, inganna così Salwa, mentre fuori dalle mura infuria la guerra civile siriana. È solo un gioco. I due fuggiaschi, ospitati a casa di un amico a Sarmada, sono ancora circondati dalle esplosioni di bombe e colpi d’artiglieria pesante, ma la piccola Selva non ne ha paura. Le deflagrazioni fanno parte del mondo inventato per lei da papà. «È un aereo da guerra o un proiettile?». Quando Salwa indovina riceve il suo premio, il più semplice di tutti: una risata. Il video è stato condiviso su Twitter da Mehmet Algan, ex deputato del Partito della Giustizia e dello Sviluppo turco della regione di Hatay, e la storia è stata ripresa dai media internazionali. Abdullah Al-Mohammad ha spiegato a Sky News di essersi inventato il gioco per proteggere Selva da una «crisi psicologica», già subita da troppi bambini nella comunità di sfollati fuggiti verso il confine turco. Al-Mohammad ha dunque scelto di trasformare i terrificanti rumori della guerra in qualcosa per cui ridere. «È solo una bambina e non capisce cosa sia la guerra, così io le faccio credere che i rumori provengano da armi giocattolo», ha spiegato Abdullah. Il video ha ottenuto migliaia di condivisioni e commenti. Molti utenti hanno apprezzato la trovata di questo padre e qualcuno l’ha paragonata a quella di Guido, il personaggio creato da Benigni nel film che vinse il premio Oscar. Ma questo non è un film: da dicembre ad oggi, secondo l’Onu, sono circa 875 mila gli sfollati da Idlib a causa dei raid del regime siriano appoggiato dalla Russia contro il nord-ovest dei ribelli.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1