Più grave per obesi e diabetici, ecco perché

Coronavirus

Secondo ricercatori austriaci, le forme più severe di COVID-19 in persone affette da tali patologie sarebbero causate dai microrganismi dell’intestino combinati al Sars-CoV-2

Più grave per obesi e diabetici, ecco perché
©AP Photo/Jorge Saenz

Più grave per obesi e diabetici, ecco perché

©AP Photo/Jorge Saenz

Sarebbe l’effetto combinato del microbiota, cioè i microrganismi e batteri che popolano il corpo e in particolare l’intestino, combinato con il virus Sars-Cov-2 nei polmoni a causare nelle persone obese e diabetiche una forma più grave di COVID-19, con maggiore necessità di ricovero in ospedale e ventilazione meccanica. Lo spiegano sulla rivista eLife i ricercatori dell’International Institute for Applied Systems Analysis di Laxenburg in Austria.

«Obesità e diabete di tipo 2 sono fattori di rischio di COVID-19 grave, ma finora non si sapeva bene come», commenta Philipp Scherer, coordinatore dello studio. Uno dei fattori noto per influire sulla malattia è il microbiota, cioè quell’insieme di miliardi di batteri presenti nel corpo. Si pensa che chi è obeso o diabetico sia pieno in tutto il corpo di batteri, che causano un’infiammazione continua ma a basso livello in diversi tessuti.

In questo caso i ricercatori hanno individuato come possibili ‘colpevoli’ i lipopolisaccaridi, delle molecole presenti sulla parete esterna di alcuni batteri, che nei maiali hanno mostrato di cooperare con altri coronavirus e indurre la Sars. È possibile quindi che queste molecole si uniscano al COVID-19 nell’uomo innescando quella catena di eventi che fa diventare i tessuti sani pieni di cicatrici, in particolare nei polmoni.

«Crediamo che questo meccanismo abbia un ruolo predominante, e non sia presente solo nelle persone obese e diabetiche ma anche in altri gruppi a maggior rischio di COVID-19», continua Scherer. Secondo gli studiosi la fuoriuscita e calo del recettore ACE2 (quello che fa entrare il virus nelle cellule umane) causato dal COVID-19, unito all’obesità o il diabete, riduce la funzione della barriera intestinale, permettendo ai batteri e le loro tossine di entrare in circolo. Arrivati nei polmoni, questi batteri e tossine si alleano col virus provocando una forma di malattia più grave.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1