brexit

Adesso May apre a Belfast

Si appresta ad entrare nel vivo il dibattito sull’accordo di divorzio dall’Unione europea - La premier strizza l’occhio ai nordirlandesi

Adesso May apre a Belfast
La premier inglese. (Foto EPA)

Adesso May apre a Belfast

La premier inglese. (Foto EPA)

LONDRA - Riparte oggi pomeriggio ai Comuni il dibattito sull’accordo di divorzio dall’Ue sospeso a dicembre. E il governo Tory di Theresa May - alla ricerca affannosa di una maggioranza per il voto di ratifica del 15 - prova a tendere la mano ai furiosi alleati unionisti nordirlandesi del Dup. Lo fa con un’iniziativa, illustrata oggi stesso dal vicepremier de facto, David Lidington, che - se approvata - impegnerà Londra a garantire in ogni caso il legame dell’Ulster con il mercato interno del resto del Regno e offrirà al parlamento locale di Belfast «potere di veto» sull’approvazione di qualunque intervento legislativo o misura politica derivante dall’ipotetica entrata in vigore del backstop: il contestato meccanismo di salvaguardia del confine aperto fra Irlanda e Irlanda del Nord previsto - sia pure solo come garanzia teorica - nell’accordo sulla Brexit raggiunto con Bruxelles. Fonti del Dup hanno peraltro già liquidato la mossa come puramente cosmetica, ribadendo il loro ‘no’ alla ratifica a meno di rassicurazioni scritte dell’Ue sul backstop.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
  • 1
Ultime notizie: Politica
  • 1