brexit

«Bollito, sei lo speaker del diavolo»

Il portavoce della Camera dei Comuni John Bercow bersagliato dai principali quotidiani per aver dato il suo via libera all’eventuale piano B

«Bollito, sei lo speaker del diavolo»
(Foto The Guardian)

«Bollito, sei lo speaker del diavolo»

(Foto The Guardian)

Apriti cielo. Il Regno Unito è ancor di più spaccato dopo la decisione di ieri della Camera dei Comuni che obbliga in pratica la premier Theresa May a presentare un piano B per la Brexit, entro tre giorni, qualora l’attuale testo dell’accordo fra Londra e Bruxelles per l’uscita dall’Unione europea non dovesse essere accolto dai Comuni il prossimo 15 gennaio. La mozione presentata dal deputato «ribelle» Dominic Grieve, ex procuratore generale, ha ottenuto il via libera soprattutto grazie allo speaker John Bercow (Conservatore, in Parlamento dal 1997, è speaker dal 2009); l’emendamento è stato accolto con 308 voti contro 297. L’ennesima sconfitta per il Governo. Ed è proprio Bercow a finire, oggi, sulle prime pagine dei principali quotidiani inglesi. «Out of order!», ovvero letteralmente «fuori servizio», «rotto», è la scritta che campeggia a caratteri cubitali sul Daily Mail e sul Daily Express. Nella fattispecie da leggere come «superato», «cotto», «bollito». Ma il meglio deve ancora venire. «Speaker of the devil», «portavoce del diavolo», tuona il tabloid The Sun di proprietà del magnate dei media Rupert Murdoch, il quale non ha mai nascosto il suo sostegno alla Brexit. Addirittura attraverso il suo giornale (il più letto nel Paese) aveva parlato di «tirannica» Bruxelles e del referendum poi vittorioso come di «un’opportunità» affinché il Regno Unito potesse recuperare lo status di grande nazione.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Politica
  • 1