Catalogna, rischio di sequestro dei beni per il secessionista Mas

MADRID - La Corte dei conti spagnola ha avviato la causa civile contro l'ex-presidente catalano, il secessionista Artur Mas, per l'organizzazione nel 2014 di un referendum consultivo sull'indipendenza, che potrebbe essere condannato a pagare con tre ex-ministri 5,1 milioni di euro.

La Corte potrebbe decidere nelle prossime settimane il sequestro cautelare dei beni dei quattro dirigenti catalani per coprire la somma, che corrisponde alle spese per il referendum del 2014, dichiarato "illegale" da Madrid.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Politica
  • 1