Crisi di Governo, la Lega chiede nuove elezioni

Italia

La situazione sembra precipitare nel Belpaese con scambi di accuse tra gli alleati della maggioranza e la Lega che vuole andare al voto

Crisi di Governo, la Lega chiede nuove elezioni
Il vicepremier Salvini mentre si dirige a Palazzo Chigi. (Foto Keystone)

Crisi di Governo, la Lega chiede nuove elezioni

Il vicepremier Salvini mentre si dirige a Palazzo Chigi. (Foto Keystone)

ROMA - Ore di tensione altissima nel Governo italiano con la situazione che sembra precipitare, scambi di accuse tra gli alleati della maggioranza e la Lega che evoca esplicitamente le elezioni.

A Palazzo Chigi è in corso un incontro tra il premier Giuseppe Conte e il vicepremier leghista Matteo Salvini. Il presidente della Camera Roberto Fico è a colloquio con il Capo dello Stato Sergio Mattarella al Quirinale.

Il presidente del Consiglio ha avuto stamani un colloquio con Mattarella. Il premier, rientrando a Palazzo Chigi non ha risposto alle domande dei cronisti. Secondo quanto si è appreso si è trattato di un colloquio informativo per fare il punto della situazione. Non si è quindi parlato di apertura di crisi e tanto meno di dimissioni del premier.

Sono fonti leghiste a sottolineare che Matteo Salvini è contrario a ogni ipotesi di rimpasto, in qualsiasi forma. È una nota ufficiale della Lega a chiarire: «L’Italia ha bisogno di certezze e di scelte coraggiose e condivise, inutile andare avanti fra no, rinvii, blocchi e litigi quotidiani. Ogni giorno che passa è un giorno perso, per noi l’unica alternativa a questo governo è ridare la parola agli italiani con nuove elezioni».

La Lega però smentisce indiscrezioni secondo cui Matteo Salvini avrebbe chiesto le dimissioni del premier Giuseppe Conte o starebbe valutando l’ipotesi di ritirare la delegazione dei suoi ministri dal governo. «Parliamo solo attraverso note e fonti ufficiali», sottolineano da via Bellerio.

Gli alleati di governo chiedono chiarezza. «La nota della Lega è incomprensibile. Dicano chiaramente cosa vogliono fare. Siano chiari». Così il Movimento 5 Stelle (M5S) in una nota. Il vicepremier 5S Luigi Di Maio è a Palazzo Chigi al lavoro nel suo ufficio.

«C’è la consapevolezza e la presa d’atto - precisa la Lega - che, dopo le tante cose buone fatte, da troppo tempo su temi fondamentali per il Paese come grandi opere, infrastrutture e sviluppo economico, shock fiscale, applicazione delle autonomie, energia, riforma della giustizia e rapporto con l’Europa tra Lega e 5 Stelle ci sono visioni differenti. Il voto di ieri sulla Tav ne è solo l’ultima, evidente, irrimediabile certificazione». Replica Toninelli: «Non andare avanti è tradire il mandato».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Politica
  • 1
  • 2
  • 3

    Corbyn e Johnson insieme in tv

    Dibattito

    Il leader laburista ha ribadito l’impegno, se andrà al Governo, per un nuovo voto referendario - Da parte sua Johnson è tornato ad accusare il Parlamento britannico di aver bloccato la Brexit

  • 4

    Diversi arresti dopo lo scandalo Ibiza-gate

    Austria

    Il caso decretò la parola fine al Governo tra popolari e ultradestra, guidato da Sebastian Kurz, come anche la fine della carriera politica dell’allora leader della Fpö Heinz Christian Strache

  • 5
  • 1
  • 1