Bilaterali

Equivalenza della borsa, Svizzera messa alle strette

Bruxelles lancia un ultimatum a Berna in merito alla controversia sull’equivalenza della borsa

Equivalenza della borsa, Svizzera messa alle strette
(foto Reguzzi)

Equivalenza della borsa, Svizzera messa alle strette

(foto Reguzzi)

BRUXELLES - Nella controversia sorta attorno all’accordo istituzionale tra Svizzera e Ue, Bruxelles lancia un ultimatum a Berna.

Due le possibilità sul tappeto: il Consiglio federale dà via libera domani all’intesa già negoziata dalle parti, e in tal caso l’Ue è disposta a prolungare di due anni il principio d’equivalenza della borsa svizzera, oppure il governo elvetico risponde negativamente, con la conseguenza che l’equivalenza non verrà più riconosciuta.

È quanto hanno indicato oggi all’agenzia reuters fonti informate al termine di un incontro dei diplomatici europei.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Politica