Venezuela

Guerra di parole fra i presidenti

Nicolás Maduro e Juan Guaidó chiamano a raccolta i sostenitori dei rispettivi fronti

 Guerra di parole fra i presidenti
Sostenitori del presidente eletto Nicolás Maduro. (Keystone)

Guerra di parole fra i presidenti

Sostenitori del presidente eletto Nicolás Maduro. (Keystone)

 Guerra di parole fra i presidenti
Juan Guaidó a messa con la famiglia in una chiesa di Caracas. (Foto Keystone)

Guerra di parole fra i presidenti

Juan Guaidó a messa con la famiglia in una chiesa di Caracas. (Foto Keystone)

CARACAS - Il presidente venezuelano Nicolás Maduro ha rivolto domenica un appello a «tutti i venezuelani» a unirsi al piano nazionale di difesa integrale della pace e della sovranità, «di fronte alle minacce a cui deve far fronte il Paese». Il capo dello Stato ha formulato la sua richiesta dopo aver assistito all’inizio delle esercitazioni militari nazionali che si estenderanno fino al 15 febbraio, nel Centro di addestramento e coesione combattiva del Forte Guaicaipuro dello Stato di Miranda. «Mi rivolgo a tutto il popolo del Venezuela. Chiamo le donne, la gioventù, gli uomini a entrare a far parte di questo piano nazionale integrale di difesa della sovranità e della pace, come amore per il Paese, e affinché questo amore si converta in azione. Dobbiamo difendere il diritto alla pace», ha affermato Maduro.

Da parte sua Juan Guaidó, presidente dell’Assemblea nazionale e autoproclamatosi presidente ad interim, ha rivolto un appello ai venezuelani a scendere in piazza domani in occasione del Giorno della gioventù per inviare un messaggio alle forze armate. In un tweet ha sottolineato che «ci mobiliteremo in tutto il Paese per ottenere l’ingresso degli aiuti umanitari che permettano di far fronte alla crisi». Allegato al messaggio c’è un manifesto intitolato «Venezuela parla alla Forza armata nazionale bolivariana» in cui si indicano i punti di concentrazione dei manifestanti a Caracas e si propone lo slogan «Leali alla Costituzione sempre! traditori della nostra gente, mai!».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Politica
  • 1