il caso

Israele vieta l’ingresso a due deputate americane

Entrambe le parlamentari sono apertamente critiche sulla politica israeliana nei confronti dei palestinesi - Trump: «Loro odiano gli ebrei»

Israele vieta l’ingresso a due deputate americane
Foto Keystone

Israele vieta l’ingresso a due deputate americane

Foto Keystone

GERUSALEMME - Le autorità israeliane hanno vietato l’ingresso nel paese a Ilhan Omar e Rashida Tlaib, le due deputate democratiche del Congresso statunitense di religione musulmana. Entrambe le parlamentari sono apertamente critiche sulla politica israeliana nei confronti dei palestinesi. Omar e Tlaib avevano in programma di atterrare questo fine settimana a Tel Aviv, per visitare poi i Territori palestinesi occupati da Israele ma, in seguito a una polemica divampata sulla stampa locale e alla richiesta del presidente statunitense Donald Trump - del quale sono avversarie politiche - il ministero isareliano dell’interno ha deciso di vietare alle due deputate l’ingresso in Israele, giudicando che la loro visita s’inserisce in un quadro «d’attività di boicottaggio anti-israeliano».

Israele, ha affermato Trump via Twitter, «mostrerebbe grande debolezza se consentisse a Omar e Tlaib la visita. Loro odiano Israele e tutti gli ebrei e non c’è nulla che possa esser detto o fatto per far cambiar loro idea».

Omar e Tlaib, insieme ad Alexandria Ocasio-Cortez e Ayanna Pressley sono le quattro deputate democratiche, progressiste e di colore che Trump ha ripetutamente preso di mira sui social network, accusandole di essere contro Israele, gli USA e a favore del terrorismo. Il presidente americano le ha invitate a tornare «nei posti corrotti e infestati dal crimine da cui sono venute», ignorando (o facendo finta di non sapere) che tre di loro sono nate negli Stati Uniti e una ci vive da 10 anni.

Le deputate: «È un affronto»

«È un affronto il fatto che il premier israeliano Benjamin Netanyahu, sotto la pressione di Donald Trump, neghi l’ingresso a due rappresentanti del governo americano». Così la parlamentare democratica americana Ilhan Omar, in uno statement postato su twitter, commenta la decisione di Israele di impedire a lei e alla collega Rashida Tlaib la visita prevista per la prossima settimana.

Una decisione giunta dopo che il presidente Donald Trump aveva twittato che Israele avrebbe mostrato «una grande debolezza» se avesse consentito la visita.

«L’ironia dell’’unica democrazia’ del Medio Oriente che prende una decisione del genere è che è sia un insulto ai valori democratici - ha aggiunto Omar - sia una risposta agghiacciante alla visita di funzionari governativi di una nazione alleata».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Politica
  • 1