Regno Unito

Jeremy Corbyn: «Scelta giusta e inevitabile»

Il leader laburista prende posizione sulle dimissioni di Theresa May e chiede immediate elezioni politiche

 Jeremy Corbyn: «Scelta giusta e inevitabile»
(foto Keystone)

Jeremy Corbyn: «Scelta giusta e inevitabile»

(foto Keystone)

LONDRA - Jeremy Corbyn accoglie come una scelta giusta, quanto inevitabile, l’annuncio delle dimissioni di Theresa May sullo sfondo dello stallo della Brexit, ma non crede che un nuovo leader Tory possa fare meglio e torna a invocare elezioni anticipate.

La premier - commenta il leader dell’opposizione laburista - «ha ammesso ciò che il Paese sa da mesi: che lei non può governare e neppure può il suo partito, diviso e in via di disintegrazione». Quindi la richiesta del Labour: «immediate elezioni politiche» nel Regno Unito.

«Le brucianti ingiustizie» interne al Regno che Theresa May «aveva promesso di affrontare sono oggi ancora più estreme», ha denunciato Corbyn, replicando indirettamente ai risultati rivendicati dalla premier Tory uscente nel suo annuncio di dimissioni sul fronte economico e di riduzione del deficit, ma anche di alcune questioni sociali.

«Il Partito Conservatore - ha incalzato viceversa il numero uno laburista - ha totalmente tradito il Paese sulla Brexit ed è stato incapace di migliorare la vita dei cittadini nelle loro necessità più pressanti. Il Parlamento è in stallo e i Conservatori non hanno soluzioni sulle altre grandi questioni che il Paese ha di fronte».

Di qui l’appello finale di Jeremy Corbyn: «L’ultima cosa di cui il Paese ha bisogno sono settimane di scontro fra i Tory seguiti da un altro Primo Ministro non eletto. Chiunque diventerà leader del partito conservatore, dovrà lasciare che sia il popolo a decidere il futuro della nazione, attraverso immediate elezioni politiche».

©CdT.ch - Riproduzione riservata
  • 1
Ultime notizie: Politica
  • 1