Kiev, Mosca e Ocse verso una tregua

l’intesa

Le trattative tra Ucraina, Russia e l’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa ha inoltre portato alla decisione di uno scambio di 277 prigionieri

Kiev, Mosca e Ocse verso una tregua

Kiev, Mosca e Ocse verso una tregua

MOSCA - Russia, Ucraina e Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (Osce), nell’ambito del Gruppo di Contatto Trilaterale, hanno annunciato una tregua «a tempo indefinito» nel conflitto del Donbass a partire dalla mezzanotte di domenica 21 luglio. Lo riportano i media russi e ucraini. Il 21 luglio in Ucraina si vota per rinnovare il Parlamento.

Ucraina e Russia vanno inoltre verso un mega scambio di prigionieri che potrebbe coinvolgere fino a 277 persone catturate nel conflitto del Donbass. Lo ha annunciato Roman Bezsmertny, che rappresenta il governo di Kiev nel gruppo di lavoro sulle questioni politiche del Gruppo Trilaterale Russia-Ucraina-Osce.

Secondo il funzionario ucraino, Kiev potrebbe rilasciare 208 persone in cambio della liberazione di 69 ucraini. L’intesa è stata raggiunta in un incontro a Minsk, ma non è stata annunciata una data per lo scambio. La procedura, secondo Bezsmertny potrebbe durare diversi mesi. Secondo i media, lo scambio non riguarda i 24 marinai ucraini catturati lo scorso anno dai russi al largo della Crimea occupata da Mosca.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Politica
  • 1
  • 1