Il caso

L’FPÖ voterà la sfiducia a Kurz

Il Parlamento deciderà lunedì, dopo le elezioni europee - Se anche i Socialdemocratici dovessero optare per la sfiducia, rischia di essere destituito

L’FPÖ voterà la sfiducia a Kurz
(Foto Keystone)

L’FPÖ voterà la sfiducia a Kurz

(Foto Keystone)

BOLZANO - L’ormai ex partner di coalizione FPÖ voterà in Parlamento la sfiducia al cancelliere e leader dei Popolari austriaci Sebastian Kurz. Lo annuncia il falco dei liberalnazionali Herbert Kickl al quotidiano Oesterreich. «Sarebbe ingenuo se Kurz credesse che dopo essere sfiduciati da lui i Freheitlichen votino contro la sfiducia. Chi dà fiducia riceve fiducia. Chi dà sfiducia riceve sfiducia», afferma Kickl. Se anche i Socialdemocratici dovessero votare la sfiducia, Kurz rischia di essere destituito. «Kurz - prosegue il ministro degli interni uscente - si è infilato in un vicolo cieco. Probabilmente non pensava che i Freiheitlichen non difendono ad ogni costo le loro poltrone». Kickl non esclude di presentarsi come capolista della Fpoe alle politiche di inizio settembre.

La fiducia al voto lunedì

La mozione di sfiducia sarà votata dal parlamento lunedì, dopo le elezioni europee. Lo ha deciso il presidente del Parlamento austriaco, il popolare Wolfgang Sobotka. A breve il cancelliere incontrerà il presidente della Repubblica Alexander Van der Bellen. Sobotka ha deciso di posticipare la votazione sulla mozione di sfiducia a subito dopo le elezioni europee «per lasciare il giusto tempo ai partiti per la campagna elettorale». L’opposizione ha protestato duramente, in quanto voleva votare subito.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Politica
  • 1