Stati Uniti

Oggi la pubblicazione del rapporto di Mueller sul Russiagate

Il Dipartimento di Giustizia di Washington ha indetto una conferenza stampa per le nostre 15.30

 Oggi la pubblicazione del rapporto di Mueller sul Russiagate
Il procuratore speciale per il Russiagate Robert Mueller. (Foto Keystone)

Oggi la pubblicazione del rapporto di Mueller sul Russiagate

Il procuratore speciale per il Russiagate Robert Mueller. (Foto Keystone)

 Oggi la pubblicazione del rapporto di Mueller sul Russiagate
Il presidente americano Donald Trump. (Foto Keystone)

Oggi la pubblicazione del rapporto di Mueller sul Russiagate

Il presidente americano Donald Trump. (Foto Keystone)

 Oggi la pubblicazione del rapporto di Mueller sul Russiagate
Qui ecco William Barr, ministro americano della Giustizia. (Foto Keystone)

Oggi la pubblicazione del rapporto di Mueller sul Russiagate

Qui ecco William Barr, ministro americano della Giustizia. (Foto Keystone)

WASHINGTON - Il Dipartimento di Giustizia americano ha indetto per oggi - giovedì - una conferenza stampa oggi alle 9.30 locali (le 15.30 in Svizzera) sul rapporto del procuratore speciale per il Russiagete Robert Mueller. La pubblicazione del rapporto è attesa fra le 17.00 e le 18.00 svizzere. La conferenza stampa sarà tenuta dal ministro della giustizia William Barr e dal viceministro Rod Rosenstein, mentre Mueller non sarà presente.

In un’intervista alla radio Wmal Dc, il presidente statunitense Donald Trump ha affermato di non escludere una sua conferenza stampa dopo la pubblicazione del rapporto. Secondo il New York Times, il Dipartimento di Giustizia ha discusso in più occasioni con la Casa Bianca del rapporto. Secondo alcune fonti, negli ultimi giorni ci sarebbero state numerose conversazioni fra i funzionari del Dipartimento di Giustizia e i legali della Casa Bianca. Colloqui utili agli avvocati del presidente per respingere il rapporto e mettere a punto strategie su come rispondere a eventuali accuse.

Media americani riferiscono che il Dipartimento di Giustizia dovrebbe consegnare ad alcuni membri del Congresso una versione più completa del rapporto rispetto a quella che sarà resa pubblica. Dalla versione pubblica saranno infatti eliminati, come previsto dalla legge, i passaggi delle testimonianze davanti al gran jury e le parti che l’intelligence ritiene non debbano essere rese note.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Politica
  • 1