Il caso

Riapre l’isola per la detenzione dei migranti

Il controverso centro detentivo sull’Isola di Natale tornerà in funzione, lo ha annunciato il premier australiano Scott Morrison

 Riapre l’isola per la detenzione dei migranti
(foto YouTube)

Riapre l’isola per la detenzione dei migranti

(foto YouTube)

SIDNEY - Il premier australiano, il conservatore Scott Morrison, riaprirà il controverso centro detentivo offshore per i migranti sull’Isola di Natale.

L’annuncio è giunto dallo stesso Morrison all’indomani della storica sconfitta del Governo da parte del Parlamento, che ha approvato una proposta di legge volta a facilitare l’accesso alle cure mediche sul territorio a richiedenti asilo che ne abbiano necessità.

Secondo il premier, riporta la Bbc, la nuova legge indebolirà le rigide politiche anti-immigrazione del Paese incoraggiando allo stesso tempo i trafficanti di esseri umani. Dal 2013 l’Australia manda i richiedenti asilo che arrivano a bordo di imbarcazioni in centri di detenzione sull’Isola di Manus (Papua Nuova Guinea) e sullo Stato insulare di Nauru.

In precedenza i richiedenti asilo venivano inviati sull’Isola di Natale, un territorio australiano nell’Oceano Indiano a circa 2’600 km dall’Australia e 300 km a sud dell’Indonesia.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Politica
  • 1