summit

Trump-Kim al secondo atto

Il presidente americano ed il leader nordcoreano si incontreranno di nuovo: sul tavolo c’è soprattutto la denuclearizzazione completa

Trump-Kim al secondo atto
Come il 12 giugno scorso. (AP Photo)

Trump-Kim al secondo atto

Come il 12 giugno scorso. (AP Photo)

PECHINO - La visita di Kim Jong-un in Cina segnala «l’imminente secondo summit» del leader nordcoreano col presidente Usa Donald Trump: nella conferenza di inizio anno, il presidente sudcoreano Moon Jae-in auspica che il faccia a faccia «consolidi la pace». Moon lavorerà ai «residui problemi» con gli Usa, come le sanzioni, accettando con favore l’offerta di Kim di far partire i comuni progetti economici. La «denuclearizzazione completa», come definita dal Nord, è in linea con gli standard internazionali, richiedendo l’adozione di misure «coraggiose».

Kim Jong-un promette di centrare buoni risultati al secondo summit con Trump: lo riporta l’agenzia Nuova Cina, riferendo i colloqui avuti dal leader nordcoreano a Pechino con il presidente cinese Xi Jinping. Che, da parte sua, ha espresso pieno supporto al nuovo incontro Kim-Trump assicurando un ruolo «costruttivo per un accordo sul processo politico di soluzione delle questioni della penisola coreana».

Dal canto suo il presidente cinese Xi Jinping ha accettato l’invito del leader nordcoreano Kim Jong-un di recarsi a Pyongyang: lo riporta l’agenzia ufficiale Kcna, in merito agli incontri avuti tra i due sia martedì sia mercoledì. Xi ha espresso in più sostegno, quanto ai rapporti e ai negoziati con gli Usa, a una risposta alle «legittime preoccupazioni del Nord».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Politica