«Prima di creare nuovi vaccini, occorre valutare la strategia sul lungo termine»

pandemia

È questa la conclusione tratta dall’EMA e dalla FDA: «I preparati attuali continuano a fornire un’elevata protezione contro lo sviluppo delle forme gravi»

«Prima di creare nuovi vaccini, occorre valutare la strategia sul lungo termine»
© CdT/Gabriele Putzu

«Prima di creare nuovi vaccini, occorre valutare la strategia sul lungo termine»

© CdT/Gabriele Putzu

Prima di approvare un «vaccino aggiornato» sono «necessari i dati clinici». Sono le conclusioni del seminario della Coalizione internazionale delle autorità di regolamentazione dei medicinali, guidata dall’Agenzia europea per i medicinali (EMA) e dalla Food and Drug Administration (FDA) americana.

Secondo la direttrice dell’EMA, Emer Cook, serve «una discussione più strategica su quali tipi di vaccini potrebbero essere necessari a lungo termine per gestire adeguatamente» la COVID. «In tale contesto - ha evidenziato -, dobbiamo sottolineare l’importanza della collaborazione con l’OMS (Organizzazione mondiale della sanità, ndr) per prendere una decisione sugli aggiornamenti delle varianti».

Sebbene i dati disponibili suggeriscano che i vaccini contro la COVID-19 approvati stiano perdendo efficacia nella protezione contro i contagi e forme lievi della malattia, ricorda EMA, essi continuano a fornire un’elevata protezione contro lo sviluppo delle forme gravi e la necessità di ospedalizzazione legata alla variante Omicron.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1