Principe Filippo sottoposto a un piccolo intervento al cuore

buckingham palace

Il consorte della Regina Elisabetta resterà ricoverato al St. Bartholomew’s Hospital di Londra

 Principe Filippo sottoposto a un piccolo intervento al cuore
©AP Photo/John Stillwell, Pool File

Principe Filippo sottoposto a un piccolo intervento al cuore

©AP Photo/John Stillwell, Pool File

Il principe Filippo, consorte 99enne della regina Elisabetta, è stato sottoposto ieri «con successo» a un piccolo intervento cardiaco presso il St Bartholomew’s Hospital di Londra. Lo ha reso noto Buckingham Palace facendo riferimento a «una procedura», non a una operazione vera è propria e precisando che Filippo - a cui fu introdotto uno stent nel 2011 - resterà ricoverato per un periodo indeterminato.

«Il Duca di Edimburgo - recita una nota - è stato sottoposto con successo a una procedura al cuore per una preesistente condizione. Sua Altezza Reale resterà in ospedale per terapia, riposo e recupero per un certo numero di giorni».

Più tardi la regina Elisabetta, 95 anni ad aprile e sposata con Filippo da oltre 73, ha fatto diffondere dal palazzo - quasi come una forma d’omaggio e incoraggiamento al consorte - una foto di coppia d’archivio. L’immagine è stata scelta per celebrare il World Book Day, la Giornata Mondiale del Libro che cade oggi, e risale al 1976: mostra la sovrana e il marito fra i libri della biblioteca del castello di Balmoral, residenza estiva prediletta dai reali in Scozia.

Il duca di Edimburgo, il cui 100esimo compleanno è in calendario il 10 giugno, era stato ricoverato oltre due settimane fa in un’ala privata del King Edward VII’s Hospital di Londra in seguito a una non meglio precisata «infezione», non legata comunque al Covid secondo i comunicati di corte; salvo essere poi trasferito lunedì nel più attrezzato St Bartholomew, centro d’eccellenza per la patologie cardiovascolari. Parlando ieri ai giornalisti, e forse già informata del piccolo intervento, la duchessa di Cornovaglia Camilla, moglie dell’erede al trono Carlo, il primogenito dello stesso Filippo e di Elisabetta II, aveva detto che le sue condizioni stavano «leggermente migliorando», ma che l’anziano principe consorte «a tratti soffriva»: invitando tutti i sudditi a «tenere le dita incrociate».

©AP Photo/Alberto Pezzali
©AP Photo/Alberto Pezzali
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1