Prof decapitato: il killer aveva contatti in Siria

francia

Fonti vicine al dossier affermano che il terrorista ceceno conosceva uno jihadista russofono stanziatosi nel Paese mediorientale

Prof decapitato: il killer aveva contatti in Siria
© AP/Michel Euler

Prof decapitato: il killer aveva contatti in Siria

© AP/Michel Euler

(Aggiornato alle 12.39) Il killer di Samuel Paty, il prof di storia decapitato venerdì scorso nella banlieue di Parigi, era stato in contatto con un «jihadista russofono in Siria»: è quanto affermano fonti vicine al dossier.

Secondo il quotidiano Le Parisien, questo individuo è stato localizzato grazie al suo indirizzo Protocollo Internet (indirizzo IP). Sarebbe basato a Idleb, ultimo bastione ribelle jihadista in Siria.

Samuel Paty, insegnante di 47 anni a Conflans-Sainte-Honorine, nella banlieue di Parigi, è stato decapitato venerdì scorso da Abdoullakh Anzorov, un rifugiato di origine cecena di 18 anni, per aver mostrato le caricature di Maometto durante una lezione sulla libertà d’espressione. Una vicenda che ha sconvolto la Francia.

Ieri, un omaggio nazionale è stato celebrato alla Sorbona di Parigi in presenza del presidente Emmanuel Macron.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1