Raid nella casa sbagliata, la polizia uccide un’afroamericana

stati uniti

La vittima è una 26.enne del Kentucky crivellata con otto colpi di pistola mentre dormiva nella sua abitazione - Gli agenti erano alla ricerca di un’altra persona che nel frattempo era già stata arrestata

Raid nella casa sbagliata, la polizia uccide un’afroamericana
© Shutterstock

Raid nella casa sbagliata, la polizia uccide un’afroamericana

© Shutterstock

Un altro episodio di polizia violenta è emerso alla luce della vicenda dell’uccisione di un giovane jogger in Georgia. Questa volta la vittima è Breonna Taylor, una 26.enne afroamericana del Kentucky, operatrice sanitaria, crivellata con otto colpi di pistola lo scorso marzo mentre dormiva nella sua abitazione. Gli agenti erano alla ricerca di un’altra persona che nel frattempo era già stata arrestata. Il caso è venuto alla luce in seguito all’azione legale avviata per chiedere giustizia.

Secondo la ricostruzione dei fatti la polizia era in possesso di un indirizzo sbagliato e ha usato un ariete per fare irruzione nell’appartamento della donna. Secondo i legali dei familiari della vittima, al momento gli agenti non hanno fornito spiegazioni su come è avvenuta la tragedia né hanno ammesso responsabilità. La Taylor era con il suo fidanzato, Kenneth Walker, al momento del raid. Il dipartimento di polizia di Louisville non commenta per ora sostenendo che è in corso un’indagine. Secondo quanto riferiscono alcuni media locali, il fidanzato è attualmente ancora sotto custodia cautelare perché pare abbia aperto il fuoco contro gli agenti ferendone uno. Walker sostiene che è stato per legittima difesa.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1