Rinviato il primo lancio della SpaceX

Cape Canaveral

Grazie alla collaborazione con Elon Musk, la NASA sarebbe dovuta tornare oggi nell’orbita terrestre con i suoi astronauti, ma il meteo ha imposto un rinvio a sabato

Rinviato il primo lancio della SpaceX

Rinviato il primo lancio della SpaceX

Rinviato il primo lancio della SpaceX

Rinviato il primo lancio della SpaceX

(Aggiornato alle 23.20) - Per la prima volta dopo quasi dieci anni (dal 2011), la NASA sarebbe dovuta tornare oggi nell’orbita terrestre con i suoi astronauti. Il lancio, il primo a essere gestito da una compagnia spaziale privata, la SpaceX di Elon Musk, alla sua prima esperienza con esseri umani a bordo dei propri razzi, avrebbe dovuto prendere il volo alle 22.33 ora svizzera. L’evento è però stato rimandato a sabato 30 maggio a causa del tempo sfavorevole che c’è in questo momento a Cape Canaveral.

Più in particolare, a far decidere per il rinvio sono state le luci rosse su tre delle condizioni meteo che devono essere rispettate per il lancio, relative ai valori fuori della norma dei campi elettrici in superficie, formazioni di cumulonembo sulla zona del lancio e pericolo di fulmini. Dopo la decisione, all’ultimo, di rinviare, si è proceduto a scaricare il propellente, un’operazione che richiede circa 40 minuti. Soltanto dopo i due astronauti potranno lasciare la capsula.

Fino all’ultimo momento si è atteso un miglioramento delle condizioni meteo, nella speranza che si aprisse una cosiddetta ‘finestra istantanea’ di lancio. Questo non è accaduto e di conseguenza bisognerà attendere fino alle 21.22 (ora svizzera) di sabato 30 maggio.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1