Salvini al Senato: «Dovremmo seguire il modello svizzero»

pandemia

Non è la prima volta che il leader della Lega propone di seguire la Confederazione: «Abbiamo chiesto più velocità e meno burocrazia, vediamo se verremo ascoltati»

Salvini al Senato: «Dovremmo seguire il modello svizzero»
© EPA/FABIO FRUSTACI

Salvini al Senato: «Dovremmo seguire il modello svizzero»

© EPA/FABIO FRUSTACI

Il leader della Lega, Matteo Salvini, parlando al Senato italiano, ha dichiarato che per pagare la Cassa integrazione ai lavoratori «il modello da seguire è quello svizzero, dove hanno erogato i soldi con un solo foglio». A suo avviso, «non ci si può affidare al buon cuore delle banche».

«Tanta gente ha detto che è stata brava e veloce, ma ci sono milioni di italiani che aspettano ancora la cassa integrazione. Caro premier, sono stati lavorati ma non dati 13 miliardi, non 400 come s’è detto», ha aggiunto Salvini.

«Caro presidente del Consiglio su questo vogliamo delle risposte... La piccola Svizzera ha già erogato 40 miliardi di franchi compilando un foglio. Da noi sono andati anche 5 volte in banche e non hanno ottenuto un euro», ha sottolineato il leader leghista.

Non è la prima volta che Salvini propone il cosiddetto «modello svizzero»: ad inizio aprile, dopo una riunione con il premier italiano Giuseppe Conte e il ministro dell’economia Roberto Gualtieri, il leader della Lega aveva dichiarato: «Noi abbiamo proposto il modello svizzero con cui, l’ho ricordato al presidente del Consiglio, compilando un solo foglio ti accreditano fino a 500 mila franchi. Abbiamo chiesto più velocità e meno burocrazia, vediamo se verremo ascoltati»

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1

    Biden sceglie Kamala Harris come vice

    Usa

    La senatrice della California sarà la «compagna di corsa» del candidato democratico alle presidenziali - La reazione di Trump con un video su Twitter: «Perfetti insieme, ma sbagliati per l’America» - Obama: «Partner ideale, ora vinciamo»

  • 2

    «Gridava minacce, voleva uccidere»

    Usa

    È stato identificato l’uomo colpito da un agente del Secret Service fuori dalla Casa Bianca: si chiama Myron Berryman - Nessuna arma gli è stata trovata addosso - Trump: «Il mondo è pericoloso, la sparatoria potrebbe non c’entrare con me»

  • 3
  • 4

    Il vaccino russo e i dubbi tedeschi

    Coronavirus

    Il ministero della salute germanico non è certo della qualità, dell’efficacia e dell’assenza di rischio del prodotto annunciato oggi da Vladimir Putin

  • 5
  • 1
  • 1