Scivolone di Kamala Harris su Israele

Stati Uniti

A un incontro per promuovere il voto, la vicepresidente aveva assecondato uno studente che, facendole una domanda, ha accusato lo Stato ebraico di «genocidio etnico» in Palestina

Scivolone di Kamala Harris su Israele
©EPA/Ken Cedeno

Scivolone di Kamala Harris su Israele

©EPA/Ken Cedeno

Gaffe di Kamala Harris, costretta ora a correre ai ripari con i democratici pro Israele dopo aver assecondato uno studente che, facendole una domanda ad un incontro per promuovere il voto, ha accusato lo Stato ebraico di «genocidio etnico» in Palestina e gli USA di ignorare le proteste, anche se la vicepresidente americana aveva parlato poco prima della forza della protesta. Lo scrive Politico.

«La tua voce, la tua prospettiva, la tua esperienza, la tua verità non può essere soppressa e deve essere ascoltata», ha risposto Harris. Una replica stigmatizzata sui media israeliani e che ha costretto l’entourage della vice di Joe Biden a rassicurare i compagni di partito filo Israele.

«Siamo contenti che lo staff della vicepresidente ci abbia contattato per confermare quello che già sapevamo: il suo ‘impegno per la sicurezza di Israele è incrollabile’», ha riferito Mark Mellman, presidente del gruppo Democratic Majority for Israel. «Ci ha garantito che la vicepresidente «dissente fortemente dalla caratterizzazione di Israele fatta dallo studente», ha aggiunto.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1