Scontri nelle prigioni: almeno 75 detenuti morti

ecuador

Le violenze tra bande rivali sono state considerate «un’azione coordinata» dalla polizia ecuadoriana

Scontri nelle prigioni: almeno 75 detenuti morti
© EPA/Robert Puglla

Scontri nelle prigioni: almeno 75 detenuti morti

© EPA/Robert Puglla

È salito ad almeno 75 detenuti morti il bilancio degli scontri avvenuti ieri tra bande rivali in tre carceri del sovraffollato sistema penitenziario dell’Ecuador. Lo rendono noto oggi le autorità.

Incompleti i dati per le singole strutture, ma si sa che nel carcere della città portuale occidentale di Guayaquil sono morte almeno 21 persone, minimo altre 33 sono decedute nella prigione della meridionale Cuenca e sicuramente otto nella centrale Latacunga.

Lo ha affermato Edmundo Moncayo, direttore dell’ente governativo di gestione delle carceri, lo Snai, in una conferenza stampa a Quito, riferisce nella sua pagina online il quotidiano El Comercio. Fonti della polizia ecuadoriana hanno ribadito che l’accaduto viene considerato una «azione coordinata» di bande criminali.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1