Sgominata rete di pedofili su darknet

Crimini online

L’Anticrimine tedesco, collaborando con altri organi inquirenti nazionali e stranieri, ha scoperto la rete di materiale pedopornografico Boystown: conta circa 400 adepti

 Sgominata rete di pedofili su darknet
©Shutterstock

Sgominata rete di pedofili su darknet

©Shutterstock

L’Anticrimine tedesco ha scoperto, collaborando con altri organi inquirenti nazionali e stranieri, una rete internazionale di materiale pedopornografico su darknet, che si chiama Boystown. Stando alle indagini esiste dal giugno 2019 e conta circa 400 mila adepti. La rete sgominata consentiva a chi vi accedeva la condivisione di materiale pedopornografico, con scambio di immagini e video dai contenuti inquietanti, compresi «gravi abusi sessuali su bambini piccoli», stando ad una nota degli inquirenti. Tre uomini di età compresa fra i 40 e i 64 anni sono stati arrestati nel corso di sette blitz effettuati in Germania, mentre un altro uomo è stato arrestato in Paraguay su richiesta delle autorità tedesche. Quest’ultimo ha cittadinanza tedesca, si trova nella regione di Concepcion e verrà estradato in Germania sulla base di un mandato di cattura internazionale emesso dalle autorità di Francoforte.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1

    L’Italia torna gialla dopo oltre 5 mesi

    riaperture

    È l’effetto sulla diffusione del virus di due fattori concomitanti: le restrizioni e le chiusure delle settimane scorse e l’avanzamento della campagna vaccinale, con ormai un terzo degli italiani che hanno avuto almeno una dose

  • 2

    Se Musk molla il Bitcoin

    Il caso

    L’annuncio dell’imprenditore a sorpresa: non si potrà più usare la criptovaluta per acquistare le Tesla - La motivazione? «Sono preoccupato per il rapido aumento dell’utilizzo di combustibili fossili per il mining e le transazioni»

  • 3

    Chernobyl si risveglia, a rischio il sarcofago protettivo

    Catastrofe atomica

    A 35 anni dal disastro nucleare più tremendo della storia lo spettro torna a incombere: «Il conteggio dei neutroni sta aumentando lentamente, non possiamo escludere la possibilità di un incidente e forse anche di un’esplosione», spiega Anatolii Doroshenko dell’Istituto per i problemi di sicurezza delle centrali nucleari a Kiev

  • 4
  • 5

    Israele, 1600 razzi lanciati finora da Gaza

    conflitto

    La radio militare israeliana ha anche riferito che la morte di tre bambini in un parco giochi è da attribuire ad un razzo della Jihad islamica ricaduto dentro il territorio della Striscia

  • 1
  • 1