Smentite le dimissioni della vicepremier nordirlandese

covid-19

Michelle O’Neill era stata sollecitata a farsi da parte dagli alleati-avversari unionisti del Dup e da altri partiti essendo finita sotto indagine da parte della polizia per la presunta violazione del distanziamento sociale

Smentite le dimissioni della vicepremier nordirlandese
© Irishnews

Smentite le dimissioni della vicepremier nordirlandese

© Irishnews

Lo Sinn Fein ha escluso oggi le dimissioni della sua leader nordirlandese, Michelle O’Neill, dalla carica di vicepremier del governo locale di unità nazionale di Belfast, dopo notizie di segno contrario rimbalzate sui media britannici.

O’Neill era stata sollecitata a farsi da parte dagli alleati-avversari unionisti del Dup e da altri partiti essendo finita sotto indagine da parte della polizia per la presunta violazione del distanziamento sociale imposto dalle restrizioni dell’emergenza coronavirus durante i funerali di un veterano dell’Ira, l’ex guerriglia repubblicana.

Lo Sinn Fein tuttavia ha fatto quadrato e ha fatto sapere che O’Neill non intende neppure autosospendersi. Il caso rischia di destabilizzare la coalizione locale, faticosamente rimessa insieme qualche mese fa dopo tre anni di conflitto e vuoto di potere grazie alla mediazione del governo centrale di Londra e di quello di Dublino.

Anche se una fonte del Dup vicina alla premier Arlene Foster ha chiarito che per ora gli unionisti non intendono spingere la polemica fino a far cadere il governo.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1