Teheran giudica «promettenti» le discussioni sulla rimozione di alcune sanzioni

rapporti iran-usa

Secondo il portavoce del governo iraniano, «se verrà provata la volontà, la serietà e la sincerità di Washington», un accordo «definitivo potrebbe essere raggiunto nelle prossime settimane»

Teheran giudica «promettenti» le discussioni sulla rimozione di alcune sanzioni
© Shutterstock

Teheran giudica «promettenti» le discussioni sulla rimozione di alcune sanzioni

© Shutterstock

L’Iran giudica «promettenti» le aperture degli USA su una possibile rimozione di alcune delle sanzioni nei suoi confronti, se Teheran tornerà al pieno rispetto dell’accordo sul nucleare. Lo ha dichiarato il portavoce del governo iraniano, Ali Rabiei, mentre si aprono a Vienna i colloqui finalizzati al possibile ritorno di Washington all’intesa.

«Giudichiamo questa posizione realista e promettente. E questa posizione potrebbe essere il punto di partenza per la correzione del processo sbagliato che aveva messo la diplomazia in uno stallo», ha dichiarato Rabiei.

Il portavoce dell’esecutivo di Teheran ha definito gli incontri odierni come «un’opportunità per tutte le parti di scambiare idee su come e quando ritornare agli impegni» dell’intesa nucleare, ribadendo comunque che non ci saranno almeno in questa tornata colloqui diretti tra Iran e Stati Uniti.

«Siamo fiduciosi che nel prossimo futuro il governo degli Stati Uniti non avrà altra scelta se non quella di porre fine alla sua condotta illegale, e che le sanzioni che violano gli accordi e i regolamenti internazionali finiranno», ha aggiunto il portavoce Rabiei, sostenendo che «se verrà provata la volontà, la serietà e la sincerità degli USA», un accordo «definitivo potrebbe essere raggiunto nelle prossime settimane».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1