Tifone verso Tokyo, le Olimpiadi «prenderanno misure responsabili»

giappone

Masa Takaya, portavoce dell’evento, ha rassicurato: «A differenza di quanto avviene con i terremoti, siamo in grado di prevedere il percorso dei cicloni, quindi possiamo prepararci in anticipo»

Tifone verso Tokyo, le Olimpiadi «prenderanno misure responsabili»
Un’immagine del tifone Hagibis, che nel 2019 aveva ucciso in Giappone oltre 100 persone bloccando la Coppa del Mondo di rugby. / © Shutterstock

Tifone verso Tokyo, le Olimpiadi «prenderanno misure responsabili»

Un’immagine del tifone Hagibis, che nel 2019 aveva ucciso in Giappone oltre 100 persone bloccando la Coppa del Mondo di rugby. / © Shutterstock

Gli organizzatori delle Olimpiadi di Tokyo si stanno preparando per l’arrivo di un tifone. Il ciclone - l’ottavo della stagione - si è spostato sul Pacifico sabato verso l’isola principale del Giappone, Honshu, e minaccia di raggiungere la regione di Kanto, con la capitale Tokyo.

Secondo l’Agenzia meteorologica giapponese, il tifone Nepartak, che può raggiungere i 90 chilometri all’ora, si trova oggi ancora a circa 1.800 chilometri a sud di Tokyo. Ma le previsioni indicano che entro martedì dovrebbe arrivare nella città ospitante le Olimpiadi, ha detto l’agenzia meteo.

Nel pomeriggio di venerdì, gli organizzatori degli eventi di canottaggio, previsti fino al 30 luglio, avevano cambiato il loro programma, rinviando le gare previste per lunedì e rimettendole nel programma del fine settimana in previsione di «venti forti e raffiche», anche se non si parlava ancora di un tifone.

La Federazione Internazionale della Vela (World Sailing), che per il momento ha mantenuto tutte le sue regate previste per domenica, ha avvertito che «gli eventi dal 26 al 28 luglio potrebbero essere influenzati» dal tifone, che è stato classificato come livello 8 venerdì sera.

«A differenza di quanto avviene con i terremoti, siamo in grado di prevedere il percorso dei tifoni, quindi possiamo prepararci in anticipo», ha detto Masa Takaya, portavoce di Tokyo 2020, aggiungendo che le Olimpiadi «prenderanno misure responsabili».

La stagione dei tifoni in Giappone va da maggio a ottobre, con un picco in agosto e settembre. In passato, tempeste così gravi hanno interrotto la scena sportiva del Paese, come nel 2019 quando il tifone Hagibis ha colpito mentre il Giappone ospitava la Coppa del Mondo di rugby, uccidendo più di 100 persone e costringendo gli organizzatori della Coppa del Mondo ad annullare tre partite di girone.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1