«Tra Governo centrale e Madrid
si prospetta un futuro di contrasti»

L’intervista

Le valutazioni di Jordi Muñoz, professore associato presso il Dipartimento di Scienze politiche
dell’Università di Barcellona, dopo il successo del PP alle regionali madrilene

 «Tra Governo centrale e Madrid<br />si prospetta un futuro di contrasti»
La presidente della regione di Madrid Isabel Diaz Ayuso e il leader del PP Pablo Casado festeggiano il successo di martedì. ©EPA/Mariscal

«Tra Governo centrale e Madrid
si prospetta un futuro di contrasti»

La presidente della regione di Madrid Isabel Diaz Ayuso e il leader del PP Pablo Casado festeggiano il successo di martedì. ©EPA/Mariscal

Isabel Ayuso, candidata del Partito popolare, si è confermata alla guida della Comunità Autonoma di Madrid, ottenendo una netta vittoria alle elezioni di martedì. Un voto che ha sancito il tracollo dei socialisti e che ha spinto Pablo Iglesias, leader di Podemos, ad abbandonare la politica. Ne abbiamo parlato con il politologo Jordi Muñoz.

Come si spiega il trionfo alle urne di Isabel Ayuso?«Ci sono diversi fattori alla base di questa vittoria, in primis l’assorbimento del voto di Ciudadanos, formazione che non sarà presente nel prossimo Parlamento regionale di Madrid in quanto il suo elettorato è passato in blocco al Partito popolare. D’altra parte, ha inciso molto il ruolo di principale oppositore al Governo centrale giocato dalla Ayuso, soprattutto per ciò che ha riguardato la gestione...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1